Rsa: “Preoccupazione per i contagi. Non lasciare gli anziani soli.”

Rsa: “Preoccupazione per i contagi. Non lasciare gli anziani soli.”

16/10/2020



Nuti: “Apprezzamento per le misure decise dalla Regione. Dotare le strutture di attrezzature tecnologiche per mantenere i contatti con l’esterno.”

COMUNICATO STAMPA

Grande preoccupazione per l'andamento della pandemia che sta tornando a colpire le RSA, apprezzamento per i provvedimenti presi dalla Regione Toscana per la loro difesa, ma invito ad evitare l'isolamento degli ospiti di queste strutture. Sono le richieste che il segretario generale della Cisl Pensionati della Toscana, Stefano Nuti, rivolge alla Regione e al presidente Giani.

“Siamo molto preoccupati che le Rsa stiano tornando ad essere uno dei luoghi in cui si sviluppa maggiormente il contagio da Covid-19” dice Nuti. “In questo scenario apprezziamo quindi il contenuto della delibera del Presidente Giani, che prevede misure specifiche per proteggere dal contagio le RSA e i loro ospiti, fino alla dolorosa, per gli ospiti e per i loro cari, limitazione delle visite dall'esterno.”

Chiediamo però alla Regione, alle Rsa e al sistema di welfare regionale, di non limitarsi alla chiusura, ma di cercare di garantire la possibilità, preziosa, di mantenere i contatti con l'esterno. In questo senso è opportuno riprendere e sviluppare tutte le iniziative avviate nella primavera scorsa per dotare ogni struttura della strumentazione tecnologica necessaria per consentire questo legame anche a distanza. Consentire agli ospiti delle Rsa di vedere o sentire i propri familiari è una parte non indifferente della cura che il sistema di welfare regionale deve saper dedicare loro.”

Firenze, 16 Ottobre 2020